Storie

Alan Alda nell'episodio finale di 'M * A * S * H': 'È stata un'esperienza molto strana'

Alan Alda, noto per il suo ruolo di capitano Hawkeye Pierce nella serie drammatica di guerra degli anni '80 “M * A * S * H”, una volta si è aperto sulle riprese del finale della serie e su quanto strana sia stata l'esperienza, considerando che, cosa avrebbe dovuto essere un momento intimo, è stato visto da oltre 300 giornalisti.

Sono passati 36 anni dall'episodio finale di 'M * A * S * H' - una serie che ha seguito le avventure e le disavventure di un'unità di ospedale chirurgico mobile durante la guerra di Corea - trasmessa su CBS.



Publicity photo of the cast of M*A*S*H shot just prior to the production of Season 2, 1974 | Photo: Wikimedia Commons Images

Foto pubblicitaria del cast di M * A * S * H ​​scattata appena prima della produzione della Stagione 2, 1974 | Foto: Wikimedia Commons Images

Il finale ha stabilito un record come l'episodio di serie TV più visto e più votato nella storia degli Stati Uniti.

L'episodio di due ore, intitolato 'Arrivederci, addio e Amen', fu scritto di Alan Alda e altri otto collaboratori che avevano scritto per la serie durante le sue undici stagioni dal 1972 al 1983.



Tuttavia, mentre l'episodio ha segnato la fine della serie per gli spettatori, non è stato lo stesso per cast della serie.

The cast of M*A*S*H from Season 6, 1977 | Photo: Wikimedia Commons Images

Il cast di M * A * S * H ​​dalla stagione 6, 1977 | Foto: Wikimedia Commons Images

A causa di tutto il lavoro di post-produzione richiesto dallo speciale di 2 ore, hanno dovuto girare quell'episodio l'estate prima della premiere dell'ultima stagione.



La vera ultima puntata dell'episodio è stata 'As Time Goes By', ha mandato in onda penosamente.

Nel novembre 2000, Alan Lada si è incontrato con la Television Academy Foundation per parlare di tutto ciò che riguarda 'M * A * S * H', incluso lo scatto di quell'episodio. Ecco cosa ha detto.

UN'ESPERIENZA WEIRD

L'episodio finale girato dal cast di “M * A * S * H” seguì i membri dell'unità 4077 mentre decisero di seppellire una capsula del tempo per commemorare il loro tempo nella zona di guerra.

Alan and Robert Alda in 1975 in

Alan e Robert Alda nel 1975 in 'M * A * S * H' | Foto: Wikimedia Commons Images

L'ultima scena è stata girata su un palcoscenico sonoro e Alda ha ricordato come tutti sul set fossero emozionati perché sapevano che era l'ultima volta che giravano insieme, ma ricorda anche quanto fossero a disagio con oltre 300 paia di occhi su di loro.

Ha descritto l'esperienza come 'snervante', dal momento che c'erano molti reporter di tutto il paese che guardavano di lato mentre giravano la scena.

Alda as Hawkeye Pierce in M*A*S*H, 1972 | Photo: Wikimedia Commons Images

Alda nel ruolo di Hawkeye Pierce in M ​​* A * S * H, 1972 | Foto: Wikimedia Commons Images

Come lui ha spiegato:

'Tenere tutte queste persone dalla parte mentre stai recitando in una scena per la cinepresa, è stato come avere tutto il pubblico dietro le quinte mentre reciti nello spettacolo per un critico o qualcosa del genere. Voglio dire, è stato disorientante, non sapevi dove fossi. '

Quindi, quando hanno ottenuto l'ultimo colpo e hanno concluso le riprese, i giornalisti si sono chiusi su di loro per bombardarli con migliaia di domande. Tutto mentre il cast ha abbracciato e versato lacrime dicendo addio.

'Non abbiamo avuto il momento privato in cui tutti non vedevamo l'ora', Alda compianto.

IL CAPSULE IN TEMPO REALE

In un momento di 'vita che imita l'arte', uno dei membri del cast ha suggerito che anche il cast dovrebbe seppellire la propria capsula del tempo. Sono tutti d'accordo e un membro dello staff ha scavato un buco nel lotto dove hanno girato la maggior parte delle riprese esterne dello spettacolo.

Gli attori hanno messo gli oggetti dei loro personaggi in una scatola medica impermeabile della Croce Rossa e hanno lasciato degli appunti per chiunque l'avesse trovato in futuro.

Ma mentre speravano che la scatola fosse un segreto per almeno 50 anni, non contavano sulla vendita della proprietà della 20th Century Fox quando la scatola si trovava pochi mesi dopo.

Alan Alda attends the

Alan Alda partecipa alla premiere di 'Marriage Story' al 57 ° Festival di New York il 4 ottobre 2019 | Foto: GettyImages

Un operaio edile trovò la scatola e chiamò Alda, chiedendogli se la voleva indietro, ma Alan spiegò che la scatola doveva essere conservata da chiunque la trovasse.

“Ho pensato che sarebbe stato divertente per qualcuno [trovarlo]. Ma non è stato nemmeno divertente per questo ragazzo. Era tipo, 'beh, cosa ci faccio?', Ho detto, 'beh, non lo so, è tuo', Alda ha ricordato tra una risata e l'altra.

UNA RIUNIONE DI 30 ANNI DOPO

All'inizio di quest'anno, i membri superstiti del cast dello spettacolo, Loretta Swit, Mike Farrell, Gary Burgoff e Jamie Farr, riuniti per un episodio speciale del podcast di Alan Alda, 'Chiaro + Vivid,'E insieme hanno ricordato il loro tempo nello show.

Loretta Swit, Mike Farrell, Burt Betcalfe, Alan Alda accept the Impact award for

Loretta Swit, Mike Farrell, Burt Betcalfe, Alan Alda accettano il premio Impact per 'M * A * S * H' sul palco del 7 ° TV Land Awards annuale tenutosi presso l'Anfiteatro Gibson il 19 aprile 2009 | Foto: GettyImages

Sebbene non siano stati in grado di riunirsi faccia a faccia perché sono tutti diffusi in tutto il paese, hanno utilizzato le video e le telefonate per rendere possibile la riunione.

Nella chat di un'ora, loro parlato sulle condizioni rigide del set in cui hanno girato le prime stagioni dello show e su come Fox non avesse poca o nessuna fiducia nella serie andando bene.

Hanno anche ricordato le loro chat tra i colpi e come quel cameratismo sia diventato essenziale per il successo di 'M * A * S * H'.

Alan Alda speaks during the film discussion of

Alan Alda parla durante la discussione sul film di 'Storia del matrimonio' durante la conferenza stampa al Walter Reade Theater il 04 ottobre 2019 | Foto: GettyImages

È emerso anche in una conversazione le differenze tra lavorare in TV negli anni '80 rispetto alla TV moderna, dove la tecnologia offre a scrittori e registi più libertà di grattare e rifare le linee senza aspettare l'approvazione.

Questo e altro ancora possono essere ascoltati Qui.