Notizie Dagli Stati Uniti

L'ultima figlia sopravvissuta di Ruth muore a 102 anni

La figlia adottiva della Hall of Fame, la figlia adottiva di Babe Ruth, Julia Ruth Stevens, ha lanciato il suo ultimo tiro, lasciando i fan con un buco nel cuore.

Julia Ruth Stevens, la figlia biologica di Claire Hodgson e del suo ex marito Frank, e ben nota come figlia d'oro degli Yankees Babe Ruth, ha passato lontano.



Il campione dell'eredità di Ruth è morto sabato mattina in una struttura abitativa assistita a Henderson, in Nevada, dopo aver combattuto contro una malattia sconosciuta.

La sua famiglia ha pubblicato un tributo sulla pagina Facebook di Babe Ruth Central, detto:

'Julia era una moglie, una madre, una nonna e una bisnonna amorevoli che hanno vissuto una vita meravigliosa e piena durante i 102 anni in cui è stata con noi.'



Suo figlio, Tom Stevens, ha avvisato i fan che il suo desiderio di essere cremato sarebbe stato accolto e, successivamente, una sepoltura nella sua città natale di Conway, il New Hampshire avrebbe seguito in primavera.

Julia era l'ultima figlia rimasta di Ruth, l'ha adottata quando aveva dodici anni. Sua sorella, Dorothy Helen Ruth Pirone, era la figlia biologica di Babe Ruth e della sua padrona, Juanita Jennings.

Fino al giorno della sua morte, Julia giurò che suo padre non sarebbe mai stato dimenticato.

Dorothy fu adottata da Ruth e dalla sua prima moglie Helen Woodford Ruth, e successivamente dalla madre di Julia dopo aver sposato Babe. Scoprì la vera identità della madre naturale all'età di cinquantanove anni.



Dorothy morì nel 1989 lasciando dietro di sé quattro figlie, un figlio e dodici nipoti che formano la discendenza diretta di Babe Ruth.

Julia, che era classificata al termine 'adottato', si considerava la figlia di suo padre, soprattutto dopo aver ricevuto una trasfusione di sangue da lui, e si riferiva alla più grande stella del baseball come 'Papà' e nient'altro, detto:

'Sono sua figlia, punto.' '

Ruth fece il suo debutto nel baseball nella Major League nel 1914. Lui vantata22 stagioni, 10 World Series e 714 gare di casa durante il suo periodo sul diamante.

Fino al giorno della sua morte, Julia giurò che suo padre non sarebbe mai stato dimenticato. Era la più grande ambasciatrice dell'eredità di Ruth e suo figlio Tom continua a onorare suo nonno al posto suo.

Invitato in tutto il paese a lanciare i primi tiri, frequentando la Hall of Fame induzioni, e comparendo alle annuali World League di Babe Ruth Little League fino a quando non aveva un secolo e non vedeva, ha deciso categoricamente mantenuto:

'Finché c'è il baseball, il nome di papà sarà sempre menzionato. Era unico nel suo genere. Il mio obiettivo nella vita è mantenere vivo il suo nome. Era un padre meraviglioso e lo ricordo come quello e non come un giocatore di baseball. '

Julia è sopravvissuta da Tom, due nipoti e quattro pronipoti.