Tv

Chris Farley era un talentuoso comico fisico: ecco uno sguardo agli alti e bassi che ha affrontato nella sua vita

L'attore irriverente ha condotto una carriera breve ma intensa sia in TV che nel cinema, ma non era esattamente una fiaba per il ragazzo della piccola città che si è trasferito a New York City con un sogno ed è stato catturato da un eccesso.

Il compianto comico e attore Chris Farley (1964-1997) è stato uno degli artisti più originali e iconici usciti dall'istituzione comica che è lo spettacolo notturno Saturday Night Live.



Un Farley di 33 anni era già in viaggio per conquistare Hollywood, ma i suoi stessi demoni e le sue decisioni sbagliate interrompono la sua vita promettente. Ecco alcune storie su di lui per aiutarci a tenerlo presente.

Chris Farley. I Image: Getty Images.

Chris Farley. I Image: Getty Images.

UN MANGIATORE VORACE

Farley è stato notoriamente sovrappeso per gran parte della sua vita, del peso di 296 libbre al momento della sua morte, secondo il medico legale che ha fatto la sua autopsia. Da adulto con una personalità avvincente, era incline mangiare abbondanti quantità di cibo.



'Direbbe:' Hai preso la bistecca con l'osso, uh, sì, okay, e tu hai ... 'E nominerebbe come sei cose. Sei tipo 'Wow, sta ottenendo sei cose?' E poi avrebbe detto: 'Ok, ne prenderò due di quelli' ... Raddoppierebbe sempre ', ha detto l'amico Adam Sandler a Conan O'Brien di Farley.

MIKE MYERS ERA PAURA DI LUI

Il collega comico della SNL Mike Myers una volta ha ammesso di aver avuto paura di dover lavorare in uno schizzo con il famoso comico fisico selvaggio dal momento che non ha mai saputo cosa sarebbe successo a Farley.

Farley, che è entrato a far parte della SNL nel 1990, aveva già bussato al dente di qualcuno e lasciato qualcun altro sfregiato durante una delle sue routine, il che ha reso l'improvvisazione con lui una sorta di estrema esperienza per la star di 'Austin Powers'.



TIRANTE IN UN PICCOLO CAPPOTTO

Come molti dei suoi amici riconoscono, Farley non si fermò davanti a nulla quando voleva far ridere la gente. Ma anche negli ambienti più ordinari, come in un ufficio, è riuscito a far scoppiare qualcuno senza uno sforzo reale.

Secondo il comico David Spade, lo sciocco Fat Guy in gag Little Coat, che è finito nel film “Tommy Boy” (1995), è venuto per noia mentre Farley e lui cercavano di inventare battute in uno spazio ristretto.

'Sarebbe alle mie spalle e si annoierebbe, tutti gli scriverebbero degli schizzi, e direbbe 'Davey ... girati' e ho detto, 'se questo è Fat Guy in un cappottino non mi giro, non è divertente piu '. E diceva: 'No, ho una cosa completamente nuova che sto facendo', ha ricordato Spade.

“E poi mi girerei, e sarebbe stato lui nella mia giacca Levi, e avrebbe detto 'Ragazzo grasso in camice! Non ti arrendere! ' l'attore ha condiviso un AMA Reddit nel 2015.

CON VITTIMA A NEW YORK CITY

Farley aveva la giustificata reputazione di essere un piantagrane selvaggio, ma c'era anche qualcosa di nobile e persino ingenuo nella sua personalità, come una storia della prima volta che visitò New York City, arrivando dalla sua città natale nel Wisconsin, conferma.

'Chris ha aperto il finestrino e ha urlato fuori dalla macchina,' Sono a New York City! 'E stava salutando tutti. Non aveva ancora una carta di debito, quindi [suo fratello Tom ha preso $ 500 per lui ', ha detto il regista Brent Hodge a The Fix nel 2015.

'Stava camminando per le strade e ha visto ragazzi fare il gioco dei tre dadi in cui nascondono i dadi ed è tutto truccato. Nel primo round, Chris ci ha messo i $ 500 e ha perso tutto ”, il condirettore del documentario 'I Am Chris Farley' ha aggiunto.

17 VOLTE IN REHAB

La propensione di Farley all'eccesso e al comportamento autodistruttivo era ben nota per le persone a lui più vicine, e questa era una parte chiave della sua personalità dietro le quinte. Alla fine, è stato il suo abuso di sostanze che gli ha tolto la vita in giovane età.

E non è che il comico non abbia cercato aiuto da quando è entrato e uscito dalla riabilitazione non meno di 17 volte negli ultimi sette anni della sua vita. Ma non era abbastanza per prevenire la tragedia.

Secondo il co-regista di documentari “I Am Chris Farley” Derik Murray, il suo allontanamento dall'ambiente familiare e orientato al team di SNL nel 1996 fatto solo suo l'uso di droghe esacerbare, che ha portato alla sua morte l'anno successivo.

È MORTO ALLA STESSA ETÀ DEL SUO EROE

Farley era un grande ammiratore del comico in ritardo e l'ex star di SNL John Belushi, che morì di un'overdose di droga a Los Angeles nel 1982, all'età di 33 anni. Le loro somiglianze finirono per diventare una sorta di cattivo presagio sulla fine di Farley.

In una delle sue ultime interviste, con la rivista Rolling Stone, a Farley è stato chiesto se fosse effettivamente cercando di emulare Belushi, a cui non era sicuro di come rispondere.

'Non lo so. Non ho mai incontrato l'uomo. Forse ho provato ad essere [come lui]. Ma io non la penso così. Comunque, ora sono più grasso di lui. Sapevi che è morto alla mia età quest'anno, a 33 anni? Si. 5 marzo 1982 ”, rispose alla fine Farley.

È STATO TRATTATO DA SNL ALLO STESSO TEMPO DI ADAM SANDLER

Nel 1995, Farley e Sandler furono le star indiscutibili di 'Saturday Night Live', ma questa in seguito si rivelò un'arma a doppio taglio per i due comici, che furono improvvisamente sparati lo stesso giorno dell'anno successivo.

Mentre Sandler lo disse molti anni dopo non lo sapeva ciò che ha portato al licenziamento di lui e del suo amico, è stato suggerito dal produttore della SNL Lorne Michaels la misura estrema per dare un nuovo inizio allo spettacolo dopo aver ricevuto valutazioni scadenti.

Stava per essere colpito

Farley sarà probabilmente sempre ricordato per le sue esagerate esibizioni fisiche come comico e attore, ma il suo lavoro vocale, tristemente interrotto dalla sua morte, avrebbe potuto essere il suo ruolo definito.

Quando Farley morì, stava lavorando un progetto animato intitolato 'Shrek', prestando la sua voce al personaggio principale, un orco che avrebbe rivoluzionato i film d'animazione con l'uscita del film nel 2001.

Secondo quanto riferito, Farley aveva registrato l'85% delle sue linee quando ha incontrato la sua tragica scomparsa, lasciando ai produttori altra scelta se non quella di lanciare l'ex co-protagonista Mike Myers di Farley, che ha fatto un lavoro fantastico.