Persone

La figlia di Donna Reed, Mary Anne Owen, parla della sua famosa mamma in un'intervista schietta

La figlia di Donna Reed ha rimosso il coperchio della vita della sua defunta madre in un'intervista senza esclusione di colpi che ha caratterizzato l'icona in ritardo.

Donna Reed è un'icona che brillava attraverso quella che è stata descritta come 'l'Età dell'Oro di Hollywood'. È stata co-protagonista nel film 'È una vita meravigliosa'.



Anche la famosa attrice ha goduto del riconoscimento per il suo lavoro. Ha ricevuto il 'Premio Oscar' per la sua interpretazione di una prostituta in 'Da qui all'eternità'.

Actress Donna Reed poses at home on May 6,1954 in Los Angeles,CA | Photo: Getty Images

L'attrice Donna Reed posa a casa il 6 maggio954 a Los Angeles, CA | Foto: Getty Images

In una strana svolta di eventi, quello è stato l'ultimo ruolo significativo che l'icona di Hollywood ha avuto per lungo tempo. Sebbene abbia sicuramente ottenuto più ruoli e un aumento delle entrate, non è mai riuscita a raggiungere il livello che le aveva assegnato i suoi ruoli precedenti.



Riflettendo su quel periodo, la figlia della star, Mary Anne Owen, ha anche espresso la sua confusione in una recente intervista con 'Closer Weekly'. Lei disse:

'Ovviamente, dopo un'esibizione del genere immaginerai che è un grande film che regge così bene che farebbe la differenza. Invece, ha continuato a ottenere ruoli secondari '.

Actress Donna Reed and her husband Film Producer Tony Owen dance at the opening night for Tony Martin at the Cocoanut Grove in Los Angeles,CA. | Photo: Getty Images

L'attrice Donna Reed e suo marito il produttore cinematografico Tony Owen ballano alla serata di apertura per Tony Martin al Cocoanut Grove di Los Angeles, California. | Foto: Getty Images



La giovane Owen ha continuato a descrivere come sua madre ha deciso di aprire la strada e ha iniziato a lavorare con suo marito, Tony Owen, per creare il suo spettacolo. Prima di allora, hanno creato la loro società di produzione e hanno provato le mani su alcuni film.

Per lo spettacolo, la coppia di Hollywood ha esaminato numerosi ospiti prima di decidere l'idea che definiva la carriera della celebrità televisiva: 'The Donna Reed Show'. La loro figlia ha descritto Tony Owen come il 'principale architetto'.

È cresciuta in una fattoria nello Iowa e ha sfruttato le sue conoscenze sulla fattoria a suo vantaggio

 Actress Donna Reed and Tony Owen attend Helen Hayes Party on June 25,1956 in Los Angeles,CA. | Photo: Getty Images

L'attrice Donna Reed e Tony Owen frequentano Helen Hayes Party il 25 giugno 1995 a Los Angeles, California. | Foto: Getty Images

Nell'intervista, l'attrice 63enne ha dichiarato di essere venuta a trovare sua madre che era 'finalmente in controllo della sua carriera'.

L'attrice ha guardato indietro nel tempo in cui sua madre gestiva 'The Donna Reed Show' e ha commentato come la sua defunta madre ha gestito tutto. Lei disse,

'... l'ha presa sul serio e non voleva giocare solo per ridere. Se ci fosse una scelta in una scena, sceglierebbe la versione drammatica rispetto alla commedia '

Actress Donna Reed smiles as she attends an event in Los Angeles, California. | Photo: Getty Images

L'attrice Donna Reed sorride mentre partecipa a un evento a Los Angeles, in California. | Foto: Getty Images

Ciò non sorprende perché il conduttore della serie TV in ritardo era leggendario per mantenere le sue radici nel Midwest. Lei cresciuto in una fattoria in Iowa e ha usato la sua conoscenza della fattoria a suo vantaggio.

Mentre era sul set di 'È una vita meravigliosa', l'attrice è stata sfidata dall'affermazione di Lionel Barrymore che non poteva mungere una mucca. Il duo ha fatto una puntata di $ 50, che Barrymore ha perso dopo che Reed ha munto la mucca.

Actress Donna Reed poses at home in Los Angeles,CA | Photo: Getty Images

L'attrice Donna Reed posa a casa a Los Angeles, CA | Foto: Getty Images

A parte questo, la stellina aveva anche un cuore gentile. Durante la seconda guerra mondiale, si è scambiata corrispondenza con i ragazzi dell'esercito, mantenendo alto il loro umore mentre combattevano in guerra.

Alla fine della guerra, più di 300 lettere di soldati furono trovate in una scatola da scarpe nel suo garage. Lo splendido pinup aveva amato e salvato le lettere.