Compensazione Per Il Segno Zodiacale
Personale C Celebrità

Scopri La Compatibilità Con Il Segno Zodiacale

Altro

Due sorelle si prendono cura a turno della madre malata finché una di loro non si arrende e se ne va — La storia del giorno

Due sorelle accettano di prendersi cura della loro madre malata, ma quando lei è costretta a letto, la sorella maggiore dice che ha già due figli e non può prendersi cura di un invalido.



Quando alla settantenne Silvia Dance è stato diagnosticato il morbo di Parkinson, le sue due figlie si sono unite e hanno deciso che ormai era troppo pericoloso per lei continuare a vivere da sola in quella grande vecchia casa.



Così le sue due figlie, Rita e Grace, si sono riunite e hanno parlato di come avrebbero potuto aiutare la madre. La proposta che fecero a Silvia fu che passasse tre mesi alla volta con ogni figlia, e la sua enorme e bellissima casa sarebbe stata affittata per aiutarla a sostenere le spese di soggiorno. E per un po' ha funzionato...

All'inizio era una novità per la famiglia di Rita, suo marito ei suoi due figli. Silvia era sempre stata la favorita dei nipoti e suo genero l'adorava. La nonna era convenientemente lì come baby sitter 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e aiutante della mamma.

Silvia aveva qualche difficoltà con la mobilità ma era una persona dinamica, proattiva ed era più che felice di preparare la cena, preparare biscotti e aiutare i bambini a fare i compiti. 'Lei è una benedizione!' Il marito di Rita, Paul, ha esclamato, e lo era, ma il Parkinson è una malattia progressiva.



I nostri anziani si sono presi cura di noi con amore e devozione e meritano la stessa cura nei loro anni del tramonto .

Silvia trascorse i tre mesi successivi con Grace e quando tornò da Rita era un po' più lenta, un po' meno agile. Due anni dopo, quando è tornata da Rita, aveva grosse difficoltà a muoversi con il deambulatore.

Non era più la nonna divertente. La sua mano sinistra era scossa da continui tremori e il suo modo di parlare ne risentiva. Rita era scioccata. Non si aspettava che sua madre subisse una degenerazione così drammatica!

  Silvia adorava le sue due figlie e loro le erano devote, finché non si ammalò. | Fonte: Unsplash

Silvia adorava le sue due figlie e loro le erano devote, finché non si ammalò. | Fonte: Unsplash



Dall'essere una gradita mano amica, Silvia è diventata irritante per Rita, soprattutto quando ha ammesso singhiozzando di aver iniziato a perdere il controllo della vescica. Questa è stata l'ultima goccia per Rita. Dopotutto, i suoi figli avevano finito i pannolini! Aveva pensato che faccende così spiacevoli fossero molto lontane da lei.

Rita ha parlato con il marito e i due hanno deciso di assumere una badante per Silvia. Le diverse migliaia di dollari al mese che la casa di Malibu con 5 camere da letto portava a Silvia erano improvvisamente necessarie per pagare la badante...

Rita era sconvolta. Quei soldi erano stati utili per alcune comparse molto gradevoli a cui la famiglia si era abituata... E ora dovevano spenderli per una badante! Non era giusto. Così Rita ha chiamato Grace e ha chiesto un incontro per discutere del peggioramento delle condizioni della madre.

'Guarda,' disse Rita. 'Voglio essere sincero su questo: tenere la mamma a casa mia sta diventando impossibile, ok? Katie ha tredici anni e sta entrando in quella fase imbarazzante, e Hal ora ne ha otto.

  Silvia aveva poco più di 70 anni quando i medici le diedero la terribile diagnosi. | Fonte: Unsplash

Silvia aveva poco più di 70 anni quando i medici le diedero la terribile diagnosi. | Fonte: Unsplash

'Onestamente penso che non sia giusto per loro dover vivere con una donna che non controlla più le sue funzioni corporee. Paul e io abbiamo sempre cercato di dare ai bambini un'educazione allegra, ma è impossibile se la mamma è lì a sbavare e fare pipì nel suo pannolino !'

Grace era sbalordita. 'Non capisco, Rita! Sei mesi fa eri così felice...'

'Sei mesi fa era funzionale, ok?' sbottò Rita. 'Onestamente, non avrei mai pensato che le cose sarebbero andate così male così in fretta. I dottori dicono che non reagisce al farmaco, semplicemente non funziona. Non sei sposato, sei libero come un uccello e avere la mamma lì a tempo pieno ha vinto non ti influenza, soprattutto se la badante continua con te', disse Rita in tono persuasivo.

  All'inizio Silvia è stata di grande aiuto per Rita's family. | Source: Pexels

All'inizio Silvia è stata di grande aiuto per la famiglia di Rita. | Fonte: Pexels

'Quindi non avresti niente a che fare con la cura della mamma?' chiese Grace sbalordita.

'Oh, certo, verrei a trovarti ogni fine settimana!' disse Rita. 'E se hai bisogno di andartene una volta ogni tanto, posso prenderla per qualche giorno, a patto di avere un avvertimento adeguato.'

«Capisco», disse piano Grace. 'Beh, puoi stare tranquilla, Rita, alla mamma ci penso io. Non ti devi preoccupare.'

Rita era felicissima. Andò a casa e annunciò il cambiamento a sua madre. 'Mamma, ti trasferirai presto da Grace e rimarrai lì per sempre. Come sicuramente avrai notato, i bambini stanno crescendo e hanno bisogno di molto più del nostro tempo...'

  Rita ha dovuto assumere una badante per Silvia. | Fonte: Pexels

Rita ha dovuto assumere una badante per Silvia. | Fonte: Pexels

Silvia era sbalordita. 'Mi dispiace,' disse lentamente. 'Suppongo di essere stato un peso...'

'Affatto!' esclamò allegramente Rita. 'È solo che, sai... ho bisogno di tempo e privacy per stare con la mia famiglia, e il tuo problema non è facile...'

Quando Grace è venuta a prenderla, Silvia aveva le lacrime agli occhi e durante l'intera ora di viaggio fino a casa di Grace non ha detto una parola. Grace ha cercato di parlare con sua madre, ma ha semplicemente voltato il viso dall'altra parte e ha pianto.

Quella sera, dopo cena, Silvia disse: 'Non ho mai voluto rovinarti la vita, essere un peso per te. Vorrei essere morta!'

  Silvia era devastata dall'idea di essere un peso per le sue figlie. | Fonte: Pexels

Silvia era devastata dall'idea di essere un peso per le sue figlie. | Fonte: Pexels

'Morto?' esclamò Grace inorridita. 'Mamma di cosa stai parlando? Ti voglio tanto bene, ho bisogno di te!'

Ma Silvia scoppiò in una tempesta di lacrime. 'Il mio pannolino, devo cambiarmi il pannolino e non posso farlo! Tutti questi compiti disgustosi ricadranno su di te!'

Grace strinse le braccia attorno a sua madre. 'Ti amo mamma, e pulire il tuo culetto non sarà diverso da come hai pulito il mio per tutti questi anni. Quando ero piccola ti prendevi cura di me, mi nutrivi e mi proteggevi -- ora tocca a me aiutarti. Non è un peso quando è fatto con amore.

Silvia piangeva di gioia. Sapeva che Grace sarebbe stata lì per lei per il resto della sua vita, prendendosi cura di lei teneramente. Quanto a Rita, all'inizio le veniva a trovare ogni settimana, ma con il passare del tempo le sue visite si allontanavano sempre di più.

Un anno dopo, Rita è rimasta scioccata e sorpresa nello scoprire che il grosso reddito derivante dalla proprietà in affitto ora andava interamente a Grace e che Silvia aveva cambiato testamento e lasciato tutto a Grace.

  'Ti sei presa cura di me, mi hai nutrito e mi hai protetto... ora's my turn to help you." | Source: Unsplash

'Ti sei preso cura di me, mi hai nutrito e protetto - ora tocca a me aiutarti.' | Fonte: Unsplash

Cosa possiamo imparare da questa storia?

  • L'amore non si allontana quando prendersi cura dei nostri cari diventa più difficile. Rita desiderava avere sua madre intorno quando era disponibile e utile, ma quando è diventata più dipendente, l'ha scaricata.
  • I nostri anziani si sono presi cura di noi con amore e devozione e meritano la stessa cura nei loro anni del tramonto . Grace amava sua madre ed era disposta a darle le stesse cure che aveva ricevuto da bambina.

Condividi questa storia con i tuoi amici. Potrebbe illuminare la loro giornata e ispirarli .

Se ti è piaciuta questa storia, potrebbe piacerti Questo su un uomo disoccupato con una moglie laboriosa che trascorre sul divano e si rifiuta di fare i lavori domestici, fino al giorno in cui si ammala gravemente.

Questo racconto è ispirato alla storia del nostro lettore e scritto da uno scrittore professionista. Qualsiasi somiglianza con nomi o luoghi reali è puramente casuale. Tutte le immagini sono solo a scopo illustrativo. Condividi la tua storia con noi; forse cambierà la vita di qualcuno. Se desideri condividere la tua storia, inviala a info@vivacello.org