Notizie Dal Mondo

L'uomo d'affari della Georgia si pone con orgoglio con due piccoli elefanti morti contro i quali si è 'difeso'

Un uomo d'affari che ha sparato a due piccoli elefanti durante una caccia al trofeo nello Zimbabwe ora afferma che si trattava di 'autodifesa'.

I social media lo sono oltraggiato da una foto che è stata pubblicata che mostra un uomo d'affari della Georgia in piedi sopra il corpo di un elefante giovanile.



Il post è diventato virale e ha provocato un contraccolpo che sta colpendo gli affari dell'uomo e sta danneggiando la sua posizione pubblica nella comunità.

Young elephant/ Source: Pexels

Giovane elefante / Fonte: Pexels

I MIGLIORI UOMO D'AFFARI SCATTA GLI ELEFANTI BAMBINO

L'uomo d'affari, identificato come Mike Jines, partner di TopGen Energy, una società globale di gestione energetica che possiede, sviluppa e vende progetti di generazione di energia.



Nell'ottobre 2018, Jines si è recato nello Zimbabwe, dove ha partecipato alla caccia al trofeo e ha sparato a due elefanti: uno un giovane, l'altro un bambino.

VEDI POST ORIGINALE QUI

Jines ora afferma che i due animali nelle foto erano 'mucche completamente mature'

RECLAMI DEL CACCIATORE SCATTA L'ELEFANTE DEL BAMBINO 'IN AUTODifesa'

All'indomani della risposta rabbiosa e della richiesta di boicottaggio della sua compagnia, Jines ora afferma di aver sparato a due animali - incluso il piccolo bambino - per autodifesa, ma i social media non stanno comprando:



'Mi scuso per la foto inquietante. Se sei davvero sconvolto da ciò che vedi, allora rendilo virale insieme a un'email che fa sapere a Mike Jines cosa ne pensi.info@topgenenergy.net '

VEDI POST ORIGINALE QUI

L'uccisione professionale ha aiutato l'uccisione

Jines può essere visto in una delle foto orgogliosamente in piedi sopra il giovane che tiene la sua pistola, insieme al cacciatore professionista, Max 'Buzz' Delezenne.

Jines è ben noto per essere pro-caccia, come uno degli obiettori più vocali al divieto del 2014 del servizio di pesca e fauna selvatica statunitense di importare trofei di elefanti cacciati:

'Senza un forte spettacolo di indignazione da parte dei cacciatori, la USFWS sarà incoraggiata a proseguire lungo il percorso di mordicchiare i diritti dei cacciatori di sport.'

OUTRAGE HA JINES SULL'ESECUZIONE DEL RECLING 'MISUNDERSTANDING'

Un altro arrabbiato inviare mostravano le foto scioccanti dei due giovani animali, uno così giovane che era senza zanne, accartocciato a terra, mentre il cacciatore sorride ampiamente:

'Hanno ucciso un elefantino! La compagnia di caccia è Charlton McCallum Hunting Safaris. Il proprietario è Buzz Charlton. Il cacciatore professionista è Max Delezenne e il cacciatore di trofei è Mike Jines, proprietario di #TopGenEnergy. Condividi e rendili famosi per essere SCUM !! '

JINES RECLAMI ENTRAMBI GLI ANIMALI SONO STATI 'COMPLETAMENTE MATURI'

Curiosamente, Jines ora afferma che i due animali nelle foto erano 'mucche completamente mature' e che fu costretto a sparare agli elefanti quando caricarono:

'(gli elefanti) sono stati colpiti per autodifesa, con una carica non provocata ed entrambi gli elefanti erano mucche completamente mature, non giovani.'

Mike Jines ha giustificato le sue azioni affermando che gli animali sono stati colpiti nel pieno rispetto delle leggi e dei regolamenti sia nello Zimbabwe che negli Stati Uniti.

Sarebbe opportuno che Jines ricordasse che la Juan Carlos di Spagna ha visto la sua immagine irreparabilmente danneggiata nel 2012, quando le foto del re in piedi con orgoglio davanti a un elefante morto sono state rilasciate dai media.

L'ELEFANTE SELVAGGIO CHIEDE GLI UMANI PER AIUTO

Un elefante selvatico sparato dai bracconieri nello Zimbabwe si avvicinò umani per aiuto.

L'animale, che era stato colpito alla testa e ferito gravemente, si avvicinò a un veicolo dell'Aware Trust Zimbabwe.

Il Trust Aware Zimbabwe è un trust di conservazione gestito da veterinari e dedicato al benessere della fauna selvatica e alla protezione e conservazione degli habitat della fauna selvatica.

“L'elefante era così tanto dolore; si avvicinò ai dottori per chiedere il primo soccorso. Chiamato Pretty Boy, questo elefante mirato è stato colpito alla testa. L'elefante è stato quindi tranquillizzato e sottoposto a una radiografia che mostrava un proiettile deformato nel suo cranio. '

I veterinari sedarono Pretty Boy e fecero una radiografia che rivelò una pallottola deformata depositata nella sua testa.

L'elefante è stato sottoposto a una procedura chirurgica per rimuovere il proiettile dal cranio e riparare un'altra ferita alla spalla.

I dottori credono che Pretty Boy abbia vissuto con il proiettile depositato nel suo cranio per circa sei settimane prima di avvicinarsi agli umani per chiedere aiuto.

In una storia correlata, un elefantino notò un uomo che 'affondava' in un fiume e sorprese tutti correndo per salvarlo dall'annegamento.