Storie di ispirazione

Il figlio scopre che un membro della gang fa visita alla sua vecchia mamma mentre lui è via, torna e non riesce a riconoscere la sua casa - La storia del giorno

Un figlio impegnato va a trovare la sua anziana madre dopo mesi di assenza e scopre di essere stata visitata regolarmente da un ragazzo che considera un membro di una gang.

Charles Richardson era un uomo impegnato, un uomo importante, e il suo tempo era prezioso. Sua moglie e i suoi figli lo sapevano, così come i suoi dipendenti, ma nessuno lo sapeva quanto sua madre, Esther.



Anche se si proclamava figlio devoto, Carlo vedeva raramente Ester. A volte passavano tre o quattro mesi tra una visita e l'altra, non importa quante volte lei chiamasse.

Le cose sono cambiate quando uno dei vicini di sua madre ha chiamato. Avvisò Charles che uno strano giovane stava visitando la casa di sua madre, un giovane dall'oscura reputazione.

  Solo a scopo illustrativo | Fonte: Unsplash

Solo a scopo illustrativo | Fonte: Unsplash



Secondo la vicina, l'uomo era un membro di una banda e sospettava che le sue frequenti visite probabilmente significassero che l'uomo stava rubando a Esther.

Allarmato, Charles ha chiamato sua moglie e le ha detto che sarebbe stato in ritardo per la cena, e poi ha guidato per 56 miglia fino a casa di sua madre. Charles bussò alla porta e gridò: 'Mamma!'

Dopo molto tempo, sentì il rumore strascicato dei passi di sua madre, ed Esther aprì la porta. 'Carlo!' piangeva felice. 'Che meravigliosa sorpresa!'



'Mamma!' esclamò Charles, sollevato. 'Sei a posto!'

'Certo che sto bene', disse Esther. 'Perché non dovrei esserlo?'

'Beh, la signora Dreyfuss mi ha chiamato...' Charles esitò. 'Guarda, entriamo e sediamoci!'

  Solo a scopo illustrativo | Fonte: Unsplash

Solo a scopo illustrativo | Fonte: Unsplash

Esther annuì e condusse Charles lungo il corridoio fino al soggiorno. Mentre sua madre si sdraiava con cautela sul divano, Charles diede una rapida occhiata in giro.

Tutto sembrava essere al suo posto. La TV, la radio... Non mancava niente. In effetti, la casa sembrava ordinata come uno spillo. Non un granello di polvere ha rovinato le superfici dei mobili.

Charles si sedette e arrivò al punto. 'Guarda, mamma,' disse. 'La signora Dreyfuss ha detto che un personaggio sgradevole viene a trovarti quasi ogni giorno. Questa persona ti sta rubando? O ti estorce denaro?'

'Che cosa?' sussultò Ester. 'È quello che ha detto? Amanda Dreyfuss è una ficcanaso e una pettegola, e dovrebbe farsi gli affari suoi!'

'Mamma,' insistette Charles. 'Non hai risposto alla mia domanda!'

  Solo a scopo illustrativo | Fonte: Getty Images

Solo a scopo illustrativo | Fonte: Getty Images

Esther alzò il mento e guardò Charles in basso. «Non capisco» disse Esther. 'Non ti vedo da quasi sei mesi, non chiami quasi mai e ora vuoi che ti spieghi la mia vita?'

Carlo arrossì. 'Mamma', gridò. 'Non è passato così tanto tempo. E sai che sono molto impegnato...'

«Certo che lo sei», disse Esther. 'Ecco perché non vedo i miei nipoti da così tanto tempo. Ti sei dimenticato di me, vero?'

'No!' Carlo protestò. 'Non lo so. È solo che...'

'Sei un uomo impegnato', disse Esther con calma. 'Non puoi permetterti di dedicare tempo a qualcosa che non ti porta alcun profitto, come visitare tua madre.

Carlo era arrabbiato. 'Sono qui ora, vero?' Egli ha detto. 'Sto mostrando preoccupazione e non mi porterà alcun profitto!'

  Solo a scopo illustrativo | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo | Fonte: Pexel

'Sei qui solo perché Amanda Dreyfuss ti ha chiamato', disse tristemente Esther. 'Vuoi che la gente pensi bene di te, che sei un bravo figlio, non è così?'

'Cerco!' disse Carlo con rabbia. 'Dio sa che ci provo!'

'Non ci provi molto,' disse Esther senza mezzi termini. 'Guardati intorno, Charles. Cosa vedi?'

Charles iniziò a guardare e notò che il soggiorno non era solo immacolato; le pareti e il soffitto erano dipinti di fresco ei vetri delle finestre brillavano.

'Sembra tutto fantastico, mamma', ha detto. 'Ma non dovresti lavorare troppo'.

«Non lavoro affatto», disse Esther. 'Non posso stare in piedi troppo a lungo a causa della mia artrite'.

  Solo a scopo illustrativo | Fonte: Unsplash

Solo a scopo illustrativo | Fonte: Unsplash

Charles si alzò e sbirciò in cucina. Tutto era perfetto come il soggiorno. L'intera casa aveva un odore fresco e pulito e sembrava ordinata come uno spillo.

«Non capisco», disse Charles, sconcertato.

Esther guardò l'orologio e sorrise. 'Lo farai, in pochi minuti!'

Suonò il campanello ed Esther si alzò per aprire la porta. È tornata con un uomo e una bambina al seguito.

Charles poteva capire perché la signora Dreyfuss aveva detto che l'uomo era un membro di una gang! Era ENORME, con braccia muscolose e ricoperte di tatuaggi. Sembrava duro e forte.

La bambina aveva circa sette anni ed era graziosa come una bambola di porcellana. Indossava un grazioso vestito rosa da principessa e portava una bambola. «Guarda, nonna Esther», disse, alzando il giocattolo.

'Nonna?' esclamò Carlo. 'Mamma, chi sono queste persone?'

  Solo a scopo illustrativo | Fonte: Unsplash

Solo a scopo illustrativo | Fonte: Unsplash

'Charles, questo è il mio amico David Morton e sua figlia Mavis', ha detto Esther. 'David vive nelle vicinanze e viene quasi ogni giorno. Ci siamo incontrati al negozio di alimentari e mi ha portato la spesa a casa.

'David è un papà single. Non ha famiglia in città. Anch'io sono solo, quindi siamo sulla stessa barca. Ci sosteniamo a vicenda. È il mio salvatore! Dipinge e aggiusta qualsiasi rottura...'

'E nonna Esther fa i biscotti migliori!' Interruppe Mavis. 'Papà non sa cuocere!'

David sorrise e non sembrava così feroce. «Ester mi sta insegnando», disse.

'Mamma,' protestò Charles. 'TU hai una famiglia, hai me e hai i tuoi nipoti!'

'E ti amo, Charles, e mi mancano i miei nipoti', disse tristemente Esther. 'Ma sono solo e non ti vedo mai. Non hai bisogno di me, ma io e David, Mavis abbiamo bisogno l'uno dell'altro.'

  Solo a scopo illustrativo | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo | Fonte: Pexel

Charles lasciò la casa di sua madre vergognandosi profondamente della sua negligenza. Ha iniziato a visitare Esther più regolarmente e ha portato i suoi figli a trascorrere del tempo con la nonna. Ha imparato a conoscere molto bene David e Mavis, e alla fine i due uomini sono diventati amici.

Cosa possiamo imparare da questa storia?

  • I nostri genitori hanno bisogno di noi nei loro ultimi anni, come noi abbiamo avuto bisogno di loro nei nostri primi anni. Carlo ha trascurato sua madre; poi è rimasto scioccato nello scoprire che si era avvicinata a un'altra famiglia.
  • L'amore e la cura sono ciò che rende una famiglia. Esther, David e Mavis sono diventati una famiglia, non per via della biologia, ma perché si amavano e si prendevano cura l'uno dell'altro.

Condividi questa storia con i tuoi amici. Potrebbe illuminare la loro giornata e ispirarli.

Se ti è piaciuta questa storia, potrebbe piacerti Questo su un'anziana signora che litiga con adolescenti del suo quartiere che considera una 'banda' finché non finisce intrappolata con loro in un ascensore.

Questo pezzo è ispirato alle storie della vita quotidiana dei nostri lettori e scritto da uno scrittore professionista. Qualsiasi somiglianza con nomi o luoghi reali è puramente casuale. Tutte le immagini sono solo a scopo illustrativo. Condividi la tua storia con noi; forse cambierà la vita di qualcuno. Se vuoi condividere la tua storia, inviala a info@vivacello.org .