Storie di ispirazione

Il ragazzo aiuta il vecchio con le mani che si stringono a raccogliere la spesa dal pavimento, l'uomo gli dà un minuscolo pacco — Storia del giorno

Un uomo più anziano continua a far cadere la spesa sul pavimento a causa delle sue mani tremanti, ma nessuno interviene per aiutarlo tranne un ragazzo di 12 anni. Mosso dalla carità del giovane, l'uomo gli regala un minuscolo pacco caro al suo cuore.

Il dodicenne Jason Kent stava cercando una grande scatola di Ferrero Rocher nel reparto cioccolato del supermercato Molly in Ohio quando si è fermato. Si fermò e si fermò lungo il corridoio, la sua attenzione fissata su un uomo più anziano nel reparto di verdure del negozio di alimentari.



La madre di Jason, Stella, era impegnata nell'acquisto delle provviste per il mese e aveva permesso a Jason di prendere i suoi cioccolatini preferiti dato che era stato un bravo ragazzo con lei. Ma nell'istante in cui l'attenzione di Jason si è posata sull'uomo più anziano, si è completamente dimenticato dei suoi cioccolatini.

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Jason ha notato che l'uomo più anziano era curvo e appoggiato a un bastone, e tutto ciò che ha raccolto è caduto sul pavimento. L'uomo si sarebbe piegato più in basso e avrebbe cercato di raccoglierlo, solo per farlo cadere di nuovo.



Non passò molto tempo prima che l'attenzione di Jason fosse attratta dalle mani deboli e tremanti dell'uomo, e si rese conto che aveva bisogno di aiuto. Il ragazzo si precipitò rapidamente verso l'uomo e iniziò a raccogliere le sue verdure.

'Ecco, signore', disse mentre raccoglieva le patate sparse sul pavimento intorno all'uomo. 'Puoi dirmi quali verdure vuoi e te le prendo io.'

L'uomo annuì e gli occhi gli si riempirono di lacrime. 'Grazie mille, giovanotto. Tante persone sono passate vicino a me, ma nessuno si è preso la briga di aiutarmi. Come ti chiami?'



'Sono Jason,' rispose, sorridendo. 'Non c'è bisogno che mi ringrazi. Mio padre mi diceva sempre che dobbiamo proteggere e servire chi ha bisogno! Vedi, era un poliziotto coraggioso!'

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

'Era?' chiese l'uomo, curioso.

'Mio padre è morto mentre serviva il nostro Paese, quindi ora siamo solo mamma e io. A volte vorrei che non fosse un poliziotto perché mi manca, ma mamma mi ha detto che tutti considerano papà un eroe! Voglio essere come lui quando lo avrò cresci perché ha aiutato le brave persone e ha punito le teste marce!' esclamò eccitato, poi rise. 'Dobbiamo prendere le tue verdure adesso?'

'Oh, capisco, capisco,' rispose l'uomo più anziano, annuendo con la testa e ringraziando Jason mentre lo aiutava a prendere le verdure. Mentre erano lì, l'uomo si è presentato e ha iniziato a raccontare a Jason la sua storia per intrattenerlo.

'Se stai leggendo questo, il nostro desiderio è stato esaudito. Spero che possa aiutarti in futuro.'

«Mi chiamo Alfred», disse. 'Una volta ho avuto un bambino proprio come te. Mia moglie ed io lo amavamo così tanto...' Ma Alfred non è riuscito a finire quando Stella ha individuato Jason e gli ha chiesto di sbrigarsi perché dovevano andarsene.

'Giacomo, tesoro!' gridò da lontano. 'Andiamo! Siamo in ritardo!'

Ma Jason non aveva finito di aiutare Alfred. 'Solo un minuto, Alfred, torno subito.'

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

'Mamma,' disse mentre correva verso Stella. 'Se vuoi andartene, puoi andare. Ho bisogno di aiutare Alfred. Le sue mani continuano a tremare e non riesce a tenere niente. Papà sarebbe deluso se non lo aiutassi...'

Stella guardò oltre la spalla di Jason e notò l'uomo più anziano che si chinava leggermente e sorrideva loro, i suoi denti cariati erano visibili. Si è sentita male per lui e ha detto a Jason che lo avrebbero assistito rapidamente prima di tornare a casa. Entrambi si avvicinarono ad Alfred e lo aiutarono con la spesa.

Quando ebbero finito con la fatturazione e stavano per partire, Stella propose di accompagnare Alfred a casa sua, ma l'uomo più anziano disse che se la sarebbe cavata.

'Apprezzo molto il tuo aiuto. Jason è molto gentile e non posso ringraziarvi entrambi abbastanza. Io... mi dispiace per avervi disturbato... ho il morbo di Parkinson, motivo per cui riesco a malapena a reggere qualcosa.

'Mi ha turbato per diversi anni, e sono stato in molte situazioni in cui avevo bisogno di aiuto, ma nessuno mi ha aiutato. Oggi, quello che ha fatto Jason mi ha davvero toccato il cuore...' Stella notò che gli occhi dell'uomo più anziano si stavano gonfiando.

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

'Stai bene, Alfred?' chiese, preoccupata. 'Se vuoi condividere qualcosa, va bene. Puoi dircelo. Ti piacerebbe sederti e parlare? C'è un parco vicino...' lei ha suggerito.

Alfred annuì e andarono al parco. Stella sapeva di essere in ritardo per i preparativi per la cena, ma qualcosa nell'uomo gli diceva che aveva bisogno di sentire la sua storia.

'Diversi anni fa,' iniziò Alfred mentre si sedevano su una panchina. 'Ho perso mio figlio in un tragico incidente d'auto. Era il nostro unico figlio. Mia moglie non poteva sopportare di perderlo ed è morta poco dopo di lui. Da allora vivo da solo e non ho nessuno intorno a me che potrei chiamare una famiglia.

'Oggi, quando Jason mi ha aiutato, mi ha ricordato mio figlio. Era proprio come Jason quando era un bambino, quindi ho qualcosa che vorrei dare a Jason'.

Alfred tirò fuori un minuscolo pacco e lo diede a Jason. 'Considera questa una piccola ricompensa per la tua gentilezza, Jason. Questo mi sta molto a cuore, e ho sempre voluto darlo a qualcuno che lo apprezzerebbe...'

Stella gli ha detto che non avevano bisogno di nulla in cambio per aiutarlo come lo hanno aiutato per preoccupazione, ma l'uomo più anziano ha insistito e hanno dovuto arrendersi.

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Quando Stella e Jason arrivarono a casa, il ragazzo scartò rapidamente il pacco e trovò una chiave e un biglietto all'interno.

'Perché Alfred dovrebbe darmi una chiave?' Mentre Jason era impegnato a girare la chiave tra i palmi delle mani ed esaminarla, Stella prese il biglietto per leggerlo. E quando ebbe finito, le sue lacrime non si fermarono.

'Questa chiave appartiene alla mia cassetta di sicurezza' iniziò. 'Avevo messo da parte una modica somma per l'educazione di mio figlio, ma non ho mai potuto metterla in pratica. Mia moglie ed io avevamo deciso di dare i soldi a qualcuno che se li meritava, e se stai leggendo questo, il nostro desiderio è stato concesso. Spero che possa aiutarti in futuro. Alfred e Linda.'

'Oh, Alfred, non dovevi. Non era necessario...' Stella emise un sospiro lacrimoso.

Anni dopo, un adulto Jason è entrato nelle forze di polizia e ha deciso di rintracciare Alfred e ringraziarlo. Ma dopo mesi di tentativi, Jason ha appreso che Alfred era morto.

Jason si sentì malissimo quando ricevette la notizia e desiderò di aver cercato di trovare Alfred prima. Ma non c'era molto che potesse fare adesso. Ha visitato la tomba di Alfred portando un mazzo di fiori e gli ha sussurrato un piccolo ringraziamento nella sua preghiera.

«Grazie per avermi aiutato, Alfred», disse. 'Quando mamma ed io avevamo bisogno di soldi per la mia istruzione, i fondi che mi hai dato mi sono tornati utili. Grazie per questo, e riposa in pace....'

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Cosa possiamo imparare da questa storia?

  • Le tue azioni gentili sono sempre ricompensate. Mosso dalla gentilezza di Jason, Alfred gli ha lasciato qualcosa che gli stava molto a cuore. Anni dopo, Jason non potrebbe essere più grato ad Alfred per questo.
  • Aiuta sempre qualcuno che ha bisogno. Quando Jason vide Alfred che lottava per raccogliere le verdure, si precipitò rapidamente in aiuto dell'uomo più anziano. Cerchiamo di essere come Jason e Alfred e cerchiamo di aiutare qualcuno che ha bisogno.

Condividi questa storia con i tuoi amici. Potrebbe illuminare la loro giornata e ispirarli.

Se ti è piaciuta questa storia, potrebbe piacerti Questo di un ragazzino che paga la spesa di una vecchia affamata e le chiede di esprimere un desiderio in cambio.

Questo pezzo è ispirato alle storie della vita quotidiana dei nostri lettori e scritto da uno scrittore professionista. Qualsiasi somiglianza con nomi o luoghi reali è puramente casuale. Tutte le immagini sono solo a scopo illustrativo. Condividi la tua storia con noi; forse cambierà la vita di qualcuno. Se vuoi condividere la tua storia, inviala a info@vivacello.org .