Compensazione Per Il Segno Zodiacale
Personale C Celebrità

Scopri La Compatibilità Con Il Segno Zodiacale

Storie di ispirazione

Il vedovo adotta una ragazza con la sindrome di Down, 20 anni dopo il bio padre appare al suo matrimonio – Storia del giorno

Un vedovo in lutto ha adottato una ragazza con la sindrome di Down e l'ha cresciuta con amore. Lo aiutò a combattere il suo dolore e divenne la sua famiglia. Ma 20 anni dopo, il giorno del suo matrimonio, suo padre biologico si è presentato al suo matrimonio ed è stato tutto un disastro.



Dalton era immobile come un cadavere mentre fissava il fresco cumulo di Terra sotto il quale giaceva sua moglie, Laura.



La giornata era stata piacevole, con il sole che splendeva luminoso nel cielo pomeridiano, il cinguettio degli uccelli in lontananza e un vento gentile che soffiava attraverso la città. Ma per Dalton, dire che odiava la giornata sarebbe un eufemismo. Lo disprezzava.

Quella mattina gli ha portato via la sua Laura in un incidente d'auto, e lui non ha potuto fare nulla per salvarla.

'Per favore, stai attento, Dalton. Facci sapere se hai bisogno di aiuto', disse qualcuno mentre se ne andavano dopo la sepoltura, ma Dalton non pronunciò una parola.



  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Unsplash

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Unsplash

Si sedette vicino alla tomba di Laura tutto il pomeriggio e la sera, e quando tornò a casa era notte fonda. Poteva sentire la sua presenza mentre entrava in casa, e quando si sdraiò sul loro letto, poteva ancora sentire il suo profumo dal suo fianco.

'Se solo avessi saputo che abbiamo avuto questo poco tempo, sarei stato al tuo fianco per sempre', si disse, fissandola al suo fianco mentre le sue lacrime continuavano a scendere. La consapevolezza che Laura se n'era andata e lui era solo aveva cominciato a stabilirsi su di lui, ed era stato fatto a pezzi, per non dire altro.



'Posso vedere Lily per una volta? Sono suo padre, James. Questa è la sua stanza, giusto?' chiese l'uomo, con la voce rotta, e la rabbia di Dalton non conosceva limiti.

Passarono i mesi. Dalton era ancora addolorato per la perdita di Laura e aveva chiuso il suo cuore all'amore. Nessuno avrebbe mai sostituito Laura nella sua vita. Mai. Lo sapeva.

Ma come si suol dire, il cambiamento è l'unica costante. Tutto è cambiato un giorno anche per Dalton, ed è successo tutto inaspettatamente...

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

'...Puoi essere LA famiglia che tanto bramano. Con innumerevoli bambini che vivono senza famiglia, il bisogno di averne uno non è mai stato così grande. Puoi portare il cambiamento; apri il tuo cuore a un bambino e portalo in una casa amorevole', leggere un annuncio apparso sul computer di Dalton.

Con riluttanza, ci ha cliccato sopra e ha iniziato a controllare il sito web. Riguardava l'adozione in affidamento e, dopo averlo affrontato, sentiva che questo avrebbe potuto cambiare la sua vita.

Dalton e Laura avevano sempre desiderato figli. Non avrebbe mai immaginato che ne avrebbe cresciuto uno senza di lei, ma sarebbe stata felice di vederlo dare una casa a un bambino bisognoso. Sperava che, anche se era lontana, sarebbe stata orgogliosa di lui.

Quindi Dalton si è registrato sul sito Web e, dopo aver completato la certificazione di genitore adottivo, è arrivato il grande giorno.

Ha incontrato diversi bambini al rifugio, ma il suo cuore è andato a una bambina di cinque anni con la sindrome di Down. Era seduta in un angolo, timidamente, senza interagire molto.

Dalton le si avvicinò con un sorriso. 'Ciao. Sono Dalton. Tu sei Lily, giusto?'

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Shutterstock

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Shutterstock

Lei sorrise. 'Lo sono', ha detto. 'Vuoi essere il mio papà?' chiese, guardando i suoi giocattoli e poi lui.

'Beh, solo se lo desideri', disse Dalton. 'Vorresti?'

Lily annuì felice con la testa, battendo le mani. 'Papà!' lei cinguettò. E a quel punto, Dalton sapeva che avrebbe fatto qualsiasi cosa per darle una casa amorevole.

Di ritorno in ufficio, mentre Dalton stava finendo le scartoffie rimanenti, l'assistente sociale gli ha chiesto se era sicuro. A causa delle condizioni di Lily, nessuna famiglia si è mai fatta avanti per lei.

'Ti rendi conto che è una bambina con bisogni speciali, vero?' chiese il lavoratore. 'Perché dovresti scegliere lei rispetto agli altri bambini? Nessuna delle famiglie che abbiamo incontrato ha accettato di accoglierla.'

'Bene,' disse Dalton, sorridendo. 'Non tutti i bambini sono speciali con bisogni diversi/speciali? In effetti, non siamo tutti speciali in un certo senso con bisogni diversi? Mi piacerebbe essere suo padre e farò del mio meglio per darle un felice a casa...' E bene, l'ha fatto.

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Per Dalton, Lily significava il mondo, e non c'era niente al mondo per cui l'avrebbe scambiata. Sì, ci sono stati momenti difficili perché era un uomo single che non aveva mai cresciuto un bambino, ma quei problemi non erano niente in confronto al suo amore per Lily. Era sua figlia e lui l'amava.

Tuttavia, quando Lily è cresciuta, Dalton ha sempre temuto cosa sarebbe successo quando lui non era stato vicino a lei. Non voleva che affrontasse altre lotte di quante ne avesse già affrontate dopo essere stata abbandonata dalla madre alla nascita.

Di conseguenza, quando Lily aveva 25 anni e portò un bell'uomo e lo presentò a Dalton come suo fidanzato, era scettico se il ragazzo fosse la scelta giusta per sua figlia.

'Ti dispiacerebbe se parlassimo da soli, tesoro?' Dalton ha scusato se stesso e Aaron. 'Vorremmo parlare di alcune cose velocemente.'

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Quando Lily se ne andò, Dalton chiese ad Aaron: 'Sai cosa ci fai qui, vero? Mia figlia... potrebbe essere diversa agli occhi del mondo, ma per me sarà sempre molto speciale. Non qualcuno con bisogni speciali. Ma qualcuno che ha bisogno di una casa e di un partner amorevoli, proprio come tutti noi!'

Aaron sorrise. 'Ma non siamo tutti speciali in un certo senso? Voglio dire, siamo tutte persone uniche con bisogni diversi/speciali. Amo Lily. Credimi. La renderò felice. Questa è una promessa da parte mia a te... '

Quando Dalton lo seppe, gli tornò in mente il giorno in cui l'assistente sociale gli aveva chiesto perché voleva Lily. La sua risposta non era stata diversa e sapeva che Aaron avrebbe reso Lily felice e avrebbe mantenuto la sua promessa.

Dalton ha dato felicemente la sua benedizione ad Aaron e Lily.

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Il giorno del suo matrimonio, mentre Lily era in piedi nel suo abito da sposa di raso nella sua stanza, le lacrime di Dalton non si fermarono. Era la sposa più bella ai suoi occhi e gli sarebbe mancata la sua presenza nella loro casa. Lo farebbe davvero.

Asciugandosi le lacrime, le tenne le mani nelle sue e la baciò sulla fronte. 'Mi mancherai, tesoro. Lo farò. Ti auguro una felice vita coniugale', ha detto.

Improvvisamente, un colpo alla porta li interruppe. 'Controllerò chi è,' disse.

Dalton aprì la porta e sulla soglia c'era un uomo con le lacrime agli occhi.

'Sì, signore? Come posso aiutare?' chiese Dalton.

'Posso vedere Lily per una volta? Sono suo padre, James. Questa è la sua stanza, giusto?' chiese l'uomo, con la voce rotta, e la rabbia di Dalton non conosceva limiti.

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

'Sei qui per lei dopo che l'hai lasciata? Io sono suo padre! L'ho adottata legalmente! Perditi!' urlò così forte che Lily si voltò a guardarli.

'Papà? Cosa c'è che non va?' lei chiese. 'Per favore, non stressarti. Chi è?'

'Mi dispiace tanto, tesoro.' James iniziò a piangere. 'Io - io sono tuo padre. Non sapevo nemmeno che esistessi. La mia ex ragazza aveva 18 anni quando ti ha avuto. Quando ci siamo separati, non avevo idea che fosse incinta di te.

'Qualche mese fa, ho ricevuto una sua lettera. Mi ha detto che stava morendo ed era il suo ultimo desiderio di vederti. Mi dispiace che ci siano voluti mesi per trovarti. Ero riluttante a venire qui dopo aver scoperto avevi un padre affettuoso, ma non potevo trattenermi. Mi dispiace...».

'Papà...' disse Lily a Dalton. 'Dovremmo perdonarlo'.

'Cosa? Tesoro, ma...'

  Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

Solo a scopo illustrativo. | Fonte: Pexel

'Per il mio bene, papà,' disse Lily. 'Non è colpa di nessuno. Non biasimo mia madre per avermi lasciato. L'avrei perdonata se fosse venuta a riprendermi. Ti ho avuto come padre per tutta la vita e non avrei potuto chiedere per di più. E il mio papà biologico è tornato da me, e anche io sono felice di questo. Per favore?'

Per il bene di Lily, Dalton decise di lasciarsi il passato alle spalle, anche se con riluttanza.

'Vorrei che entrambi i miei padri mi accompagnassero lungo il corridoio, se per voi due va bene', ha aggiunto Lily. 'Cosa ne pensi?'

I due padri non riuscivano a dire di no. Entrambi adoravano Lily, anche se l'hanno incontrata in momenti diversi della sua vita. E quando Lily e Aaron si sono scambiati i loro 'I dos', hanno pianto entrambi vedendo la loro figlia intraprendere un bellissimo viaggio.

Cosa possiamo imparare da questa storia?

  • Siamo tutti diversi/speciali in un certo senso e tutti abbiamo esigenze diverse. Lily era una ragazza adorabile con bisogni speciali e l'unica cosa che le mancava era una casa amorevole. Dopo che Dalton l'ha adottata, finalmente l'ha scoperto.
  • Non è facile perdonare, ma un cuore forte può e deve. Anche se i genitori biologici di Lily erano stati assenti per la maggior parte della sua educazione, li ha perdonati e non ha serbato rancore mentre aspettava con impazienza una nuova vita con suo marito.

Condividi questa storia con i tuoi amici. Potrebbe illuminare la loro giornata e ispirarli.

Se ti è piaciuta questa storia, potrebbe piacerti Questo di un povero che è stato fatto a pezzi quando una ragazza orfana gli è corsa incontro e lo ha chiamato papà.

Questo pezzo è ispirato alle storie della vita quotidiana dei nostri lettori e scritto da uno scrittore professionista. Qualsiasi somiglianza con nomi o luoghi reali è puramente casuale. Tutte le immagini sono solo a scopo illustrativo. Condividi la tua storia con noi; forse cambierà la vita di qualcuno. Se vuoi condividere la tua storia, inviala a info@vivacello.org .