Popolare

Incontra Ian, l'unico figlio di Regina King, che è cresciuto e sembra la sua famosa mamma

Il figlio di Regina King, Ian Alexander Jr., ha rubato i cuori quando l'ha accompagnata ai Golden Globe Awards del 2019 e l'ha definita una 'super mamma' davanti alle telecamere.

Ora il ragazzo è cresciuto e ha ereditato la passione di Regina per l'arte.



Ian Alexander Jr. è l'unico figlio dell'attrice vincitrice del premio Oscar Regina King e del suo ex marito, ex vicepresidente della Warner Bros. Ian Alexander.

Regina King, winner of Best Supporting Actress for “If Beale Street Could Talk,” poses in the press room during at Hollywood and Highland on February 24, 2019. | Photo: GettyImages

Regina King, vincitrice della migliore attrice non protagonista per “If Beale Street Could Talk”, posa nella sala stampa di Hollywood e Highland il 24 febbraio 2019. | Foto: GettyImages

Ora un 23enne, Ian è al college e lavora come produttore musicale in un collettivo d'arte di Los Angeles noto come Mojave, che crea e sviluppa progetti di design, musica, marketing esperienziale e pianificazione aziendale.

Il suo lavoro più recente è 'Iron Mic', un EP del rapper Cojo che Ian prodotta con il suo nome artistico, Buttercreem.



UN LEGGERO STRETTO

Ian e Regina hanno un'incredibile relazione madre-figlio, a cui i fan hanno assistito a gennaio 2019 quando hanno partecipato insieme alla cerimonia dei Golden Globe Awards.

Durante un'intervista sul tappeto rosso con E! Notizie 'Ryan Seacrest, Ian ha avuto il tempo di lodare sua madre chiamandola una 'super mamma', che spiega che 'non consente ai giorni feriali di tornare e rovinare il tempo che abbiamo. È fantastico avere una madre con cui mi diverto a passare del tempo. '

Regina King and her son Ian Alexander Jr. attend the 76th Annual Golden Globe Awards on January 6, 2019. | Photo: GettyImages

Regina King e suo figlio Ian Alexander Jr. partecipano al 76 ° Annual Golden Globe Awards il 6 gennaio 2019. | Foto: GettyImages



Alexander, che indossava uno smoking classico, indossava una spilla Time's Up sul lato sinistro. Quando gli è stato chiesto, il giovane disse,

'Tempo scaduto. Solo per le donne che hanno uguaglianza e sicurezza sul posto di lavoro e tutti gli individui. Quindi, questo è molto importante per me, specialmente avere una donna potente ... governano il mondo. '

UNA MADRE UNICA

La consapevolezza di Ian di un movimento così significativo lo dimostra Regina fatto un ottimo lavoro come madre single. Anche se lei rivelato sul libro, 'Non è mai venuto a casa: Interviste, storie e saggi di Daughters on Life Without Their Fathers, 'che ha lavorato duramente per ricostruire un'amicizia con il suo ex marito per amore del loro bambino.

'Ian è al college ora', lei ha scrittonel suo saggio sulla famiglia. “E so quanto ci apprezza per aver fatto lo sforzo perché ricorda quando le cose non erano così buone. Sono solo contento che siamo arrivati ​​dall'altra parte. Abbiamo ridefinito il significato di essere una famiglia, la nostra famiglia, e siamo tutti meglio per questo '.

Visualizza questo post su Instagram

Pieno di molte emozioni oggi. Ma alzarsi presto perché entrambi abbiamo del lavoro da fare e stare in fila con mio figlio mentre aspettiamo di votare è stata un'esperienza singolare. Sono così grato di essere con lui mentre ha votato per la prima volta. #afamilythatvotestogether @buttercreemmjv

Un post condiviso da Regina King (@iamreginaking) l'8 novembre 2016 alle 8:45 PST

ALLEVARE UN BAMBINO NERO IN AMERICA

In un'intervista a Corriente Latina, Regina ha riflettuto su come è stato interpretare il ruolo di Latrice Butler, la madre di un figlio ucciso da un agente di polizia, nel film di Netflix “Seven Seconds”.

'Essendo io stessa una madre e la madre di un giovane nero, ci sono alcune paure che hai che sono uniche per avere un bambino nero in America', lei ha dichiarato.

Regina King of

Regina King di 'Watchmen' parla durante il segmento HBO della Television Critics Association dell'estate 2019 il 24 luglio 2019. | Foto: GettyImages

re ammesso che ci sono paure che ogni genitore prova perché non possono controllare tutto, ma avere un figlio nero apre una gamma completamente nuova di preoccupazioni durante i movimenti di #BlackLivesMatter '.

'Passi la vita sperando di non avere mai avuto un'esperienza del genere, ma sai che le probabilità sono maggiori di quelle che vorrai, a causa di chi sei', lei disse. 'È folle persino dirlo, ma ti senti fortunato o fortunato che tuo figlio sia arrivato a ventidue anni.'