Celebs

Sheryl Crow parla del suo lavoro con Michael Jackson come cantante di supporto

La 'piccola cittadina' Sheryl Crow racconta di aver visto 'cose ​​bizzarre' come cantante di supporto durante il Bad tour di Michael Jackson alla fine degli anni Ottanta.

La cantante country di 57 anni e la mamma single dei figli adottivi Wyatt e Levi in ​​un'intervista con il Telegraphha parlato per quanto riguarda le accuse di molestie contro Michael Jackson rappresentate nel documentario 'Leaving Neverland'.



Portrait of Sheryl Crow, Royal Windsor Hotel, Brussels, Belgium | Photo: Getty Images

Ritratto di Sheryl Crow, Royal Windsor Hotel, Bruxelles, Belgio | Foto: Getty Images

Ha detto che non aveva ancora visto il documentario e non era interessata a vederlo, ma, tuttavia, si riferiva alle accuse come 'come una morte in famiglia'.

L'ambizione musicale di Sherly era cresciuta lentamente fino all'arrivo del concerto 'che ha cambiato la vita' come cantante di supporto per Micheal. Nelle sue parole,



'Voglio dire, è stata la più grande star di una generazione e ho cantato un duetto [Non posso smettere di amarti] con lui ogni notte per 18 mesi'.

Visualizza questo post su Instagram

Unisciti a me su @HSN domani (2/22) mentre mostro alcuni nuovi pezzi della mia collezione, tra cui questa camicia a quadri super comoda! Dai un'occhiata adesso - link nel profilo. #FashionEdit

Un post condiviso da Sheryl Crow (@sherylcrow) il 21 febbraio 2019 alle 8:00 ora legale



I brividi, tuttavia, non l'hanno fermata notando cose strane di cui aveva molte domande.

Quando le è stato chiesto se sapeva cosa stava succedendo durante i tour, lei menzionato che pensava che 'c'erano molte eccezioni fatte' a causa dello stato di Jackson in quel momento.

Visualizza questo post su Instagram

Preparati a ripartire questa estate - controlla le date del tour qui: sherylcrow.com/tour ____________________________________: @joeymartinez #music #tour #sherylcrow #summer

Un post condiviso da Sheryl Crow (@sherylcrow) il 20 febbraio 2019 alle 9:16 PST

'Non lo ha intenzionalmente proiettato, ma faceva parte della sua aura - questa figura quasi intoccabile e quasi aliena',

Si sentiva come se ci fosse solo una vasta rete di persone che permetteva che tali cose continuassero.

L'ISPIRAZIONE DI SHERYL

Sherly ha avuto una stretta relazione con Michael Jackson durante il suo periodo come cantante di supporto, e ha influenzato alcune delle sue raccolte di canzoni ricche di emozioni.

Michael Jackson performs a duet with backing singer Sheryl Crow during a concert in Rome | Photo: Getty Images

Michael Jackson suona un duetto con la cantante Sheryl Crow durante un concerto a Roma | Foto: Getty Images

Dopo la morte di Michael nel 2009, Sheryl detto Anderson Cooper della CNN:

'Per un momento, ho sperato che avesse organizzato la sua fuga. 'Ha un sacco di concerti in arrivo e la pressione di quello, e ho pensato che forse aveva appena organizzato una vacanza. E quando la notizia ha iniziato davvero a scorrere ... è solo, mi fa male il cuore. '

Michael Jackson teams up with backing singer Sheryl Crow for the duet

Michael Jackson fa squadra con la cantante sostenitrice Sheryl Crow per il duetto 'I Just Can't Stop Loving You' durante un concerto 'Bad' del World Tour in Giappone | Foto: Getty Images

Secondo alla BBC, Sheryl ha presentato una versione di copertina della canzone di Jackson 5 'I Want You Back' come una sorta di omaggio a Michael un anno dopo la sua morte. Nelle sue parole:

'Come tante altre persone, non ho davvero valutato l'importanza della sua presenza fino a quando non se ne è andato.'

Visualizza questo post su Instagram

Grazie per una fantastica serata a Salt Lake City! Straordinaria energia dalla folla che ha cantato insieme ad ogni canzone - l'abbiamo amata! Ritorneremo sicuramente su @redbuttegarden! ___________________________________________: Chris Hudson #redbuttegarden #saltlakecity #sherylcrow #music #tour

Un post condiviso da Sheryl Crow (@sherylcrow) il 14 lug 2018 alle 10:16 PDT

Sherly rivelato che il disco ABC della Jackson 5 è stato il primo album che abbia mai posseduto.