Storie

Video di ritorno al passato del coro della Marina militare che esegue una performance affascinante dell'inno nazionale

Ricordando un momento unificante e stimolante in cui l'Esercito-Navy Choir canta l'inno nazionale per dare il via al 118 ° anno di giochi Army-Navy nel 2017.

È stata una giornata fredda e ghiacciata a dicembre 2017 e gli spettatori, composti principalmente da ex membri militari, sono arrivati ​​a tifare per la loro squadra preferita al Lincoln Financial Field di Filadelfia.



I giochi di rivalità calcistica del college tra USMA Army Black Knights e USNA Navy Midshipmen iniziarono nel 1890. Trasmessi in televisione ogni anno dal 1945, e l'Inno nazionale è tradizionalmente cantato da un coro composto da membri di entrambe le accademie.

Come atto di unità, sia il Glee Club dell'Accademia Navale degli Stati Uniti sia il Glee Club di West Point, si formarono per salutare la bandiera e il paese con una resa memorabile dell'inno nazionale. Il gruppo ha cantato con sincero patriottismo che è stato sentito da tutti i presenti.

I testi di The Star-Spangled Banner sono tratti da una poesia intitolata 'Difesa di Fort McHenry', scritta da Francis Scott Key nel settembre 1814 e impostato alla musica di John Stafford Smith. Si gioca all'inizio di molti eventi pubblici. È diventata una pratica invitare artisti famosi a eseguire l'inno nazionale prima di importanti eventi sportivi come le World Series o il Super Bowl.

Nel corso degli anni molte celebrità come Whitney Houston, Billy Joel, Kelly Clarkson e Carrie Underwood siamo alcuni che hanno realizzato rendering straordinari di The Star-Spangled Banner.



Una bambina di 7 anni, Malea Emma, ​​ha vinto un concorso sui social media da parte della LA Galaxy e ha lasciato il segno il 23 settembre 2018, abbagliando la folla con la sua voce potente e la sua sicurezza costante.

Il video della sua esibizione è diventato virale e risultato in diverse apparizioni televisive e maggiori opportunità di cantare l'inno nazionale per la straordinaria 'bambina dell'inno'.