Celebs

La carriera nel pattinaggio su ghiaccio di Tonya Harding è terminata dopo essere stata coinvolta in un attacco alla sua rivalità

Il nome di Tonya Harding è diventato parte della storia del pattinaggio artistico, ma non per i motivi che l'ambizioso giovane atleta sperava.

26 anni fa, il più grande scandalo mai esploso nel mondo del pattinaggio di figuracome l'atleta olimpica Tonya Harding è stata coinvolta in un attacco vizioso che ha effettivamente rimosso il suo avversario numero 1 per l'oro, Nancy Kerrigan.



L'attacco, che ha gravemente contuso la gamba destra di Kerrigan, è avvenuto il giorno prima del Campionato di pattinaggio di figura degli Stati Uniti del 1994.

Nel corso dei successivi 3 anni, la Harding ha offerto prestazioni poco brillanti e nel 1993 non è riuscita a qualificarsi per la squadra americana

Tonya Harding and Nancy Kerrigan training on February 17th, 1994 in Hamar a month after Kerrigan was attacked in Detroit | Source: Getty Images

Allenamento di Tonya Harding e Nancy Kerrigan il 17 febbraio 1994 a Hamar un mese dopo l'attacco di Kerrigan a Detroit | Fonte: Getty Images

LA RAGAZZA DAL LATO SBAGLIATO DELLE PISTE

A differenza della maggior parte dei pattinatori, Harding non era una ragazza borghese della periferia. Sua madre, LaVona Golden, era una cameriera, e suo padre era un camionista e talvolta lavorava in un negozio di esche quando non riusciva a guidare a causa della sua cattiva salute.



Harding ha iniziato a pattinare all'età di tre anni su pattini prestati. Sua madre, vedendo il talento in erba di sua figlia, ha finanziato le lezioni di pattinaggio di Harding e le ha fatto vestire a casa.

Tonya Harding at the 1992 Albertville Olympic - Free Skating | Source: Getty Images

Tonya Harding alle Olimpiadi di Albertville del 1992 - Pattinaggio libero | Fonte: Getty Images

In seguito Harding rivelò che lo era sottoposto all'abuso fisico e verbale di LaVona fin dalla tenera età. LaVona ha persino colpito sua figlia in pubblico, sul punto di ghiaccio quando non è riuscita a soddisfare i rigorosi standard di sua madre.



Tonya Harding poses at ABC

Tonya Harding posa alla stagione 26 - Finale della ABC - Ballando con gli atleti - Finale il 21 maggio 2018 a Los Angeles, California | Fonte: Getty Images

UN CAMPIONE DI BUDDING

Il pattinaggio era la via d'uscita di Harding, e si gettò nello sport con tutto il cuore e rapidamente iniziò a salire tra i ranghi competitivi. A 15 anni ha vinto il sesto posto ai campionati di pattinaggio di figura degli Stati Uniti, la quinta nel 1987 e nel 1988, e nel 1989, era sul podio con un terzo posto.

SFONDAMENTO

Nel 1991 Harding vinse i Campionati degli Stati Uniti, dove eseguì una tripla Axel, la prima pattinatrice americana a farlo. Ha abbagliato i giudici con la sua abilità atletica, eseguendo altri sei salti tripli durante il suo lungo programma.

Al campionato del mondo del 1991, Harding era al suo meglio e ha vinto la medaglia d'argento dietro il campione di pattinaggio Kristi Yamaguchi e davanti a Kerrigan. Doveva essere l'ultimo trionfo di Harding. Non avrebbe mai più eseguito il triplo axel in una competizione.

1994 Winter Olympics, Tonya Harding performs in Hamar, Norway | Source: Gety Images

1994 Olimpiadi invernali, Tonya Harding si esibisce a Hamar, Norvegia | Fonte: Gety Images

DECLINO

Nel corso dei successivi 3 anni, Harding ha offerto prestazioni di scarsa lucentezza e, nel 1993, non è riuscita a qualificarsi per la squadra degli Stati Uniti prevista per competere ai Campionati del Mondo. Era il punto più basso della sua carriera e aveva solo 24 anni.

Harding ripose tutte le sue speranze nei campionati statunitensi del 1994, e sebbene si fosse allenata duramente con l'allenatore di pattinaggio Diane Rawlinson, c'era un concorrente di cui aveva paura potrebbe derubarla della sua vittoria disperatamente necessaria: Nancy Kerrigan.

Visualizza questo post su Instagram

Lo ricordo come fosse ieri, cercando di nuovo quella sensazione. Spero di poterlo portare su @dancingabc erano passati 27 anni.

Un post condiviso da Tonya Harding (@therealtonyaharding) il 17 aprile 2018 alle 12:45 pm PDT

DISASTRO

Il giorno prima dei Campionati degli Stati Uniti del 1994, Kerrigan fu attaccato alla Cobo Arena di Detroitda un uomo che brandisce un bastone telescopico. Colpì il ginocchio destro di Kerrigan, ma mancò e colpì invece la sua gamba. L'attaccante è fuggito, schiantandosi contro una porta a vetri.

Il giorno successivo, Harding si è fatta strada verso la vittoria e ha vinto i Campionati degli Stati Uniti del 1994, ma il disastro incombeva. L'attaccante e l'autista della fuga sono stati identificati e catturati e ha puntato il dito contro l'ex marito di Harding, Jeff Gillooly, e la sua ex guardia del corpo, Shawn Eckardt.

Visualizza questo post su Instagram

Tonya si scusa con Nancy nel 1998, nella parte 3 dello speciale Breaking The Ice del 1998. Per gentile concessione di Fox Sports.

Un post condiviso da Tonya Harding (@therealtonyaharding) il 15 giugno 2018 alle 10:42 PDT

VERGOGNA

La Harding è stata privata del titolo del Campionato degli Stati Uniti del 1994 e si è dichiarata colpevole di cospirazione per ostacolare il processo, ammettendo di aver saputo che Gillooly era responsabile dell'attacco. Sosteneva, tuttavia, che non aveva avuto una conoscenza preliminare della cospirazione per mutilare Kerrigan.

IL VILLAGGIO PIÙ RILIEVO DEL PATTINAGGIO

Dopo l'ammissione in tribunale, Harding è stato bandito dal pattinaggio a vita dall'USFSA per aver violato il codice etico dell'organizzazione. Il gruppo USFSA ha dichiarato che una revisione delle prove li aveva convinti che Harding avesse avuto una conoscenza preliminare delle intenzioni degli uomini.

CADUTA

L'aspirante campione olimpico era cacciato dallo sport a cui si era dedicata da quando aveva tre anni. Da quel momento in poi, la caduta di Harding fu precipitosa. È stata descritta in un esplicito sex tape e le foto di Harding in topless hanno fatto le prime pagine di tutto il mondo.

 Tonya Harding participates in exhibition boxing in 2004 | Source: Getty Images

Tonya Harding partecipa alla boxe espositiva nel 2004 | Fonte: Getty Images

Harding continuerebbe a cimentarsi nella boxe, ma la sua carriera è stata ridotta dalla sua asma. Da allora si è guadagnata da vivere come saldatrice, pittrice e commessa di ferramenta. Harding, risposata nel 2010, vive con suo marito Joseph Price a Vancouver, Washington.

BALLANDO CON LE STELLE

Nel 2018, 'Dancing With The Stars' ha annunciato una stagione con solo atleti come concorrenti, e tra questi c'era Tonya Harding.

Harding ha collaborato con la ballerina professionista Sasha Farber e ha offerto prestazioni costantemente credibili, arrivando in finale, conquistando il terzo posto nella competizione e conquistando l'accettazione - e forse il perdono - del pubblico americano.

La spettacolare caduta di Harding è stata oggetto di libri, tesi, un'opera rock e diverse serie e film, il più recente dei quali è stato il film 'I, Tonya' del 2017 con Margot Robbie. Tonya Harding è diventata un'icona culturale, anche se la fama che ha raggiunto non è quella che sognava da così tanto tempo.