Virale

Un bambino californiano di 7 anni rischia la vita per salvare un bambino che sta annegando dal fondo di una piscina

Quando un bambino californiano di sette anni stava nuotando nella piscina del suo complesso di appartamenti, ha scoperto il corpo di un bambino di 3 anni sul fondo della piscina profonda sei piedi. Quello che ha fatto dopo ha scioccato la maggior parte delle persone poiché non si aspettavano che un bambino di seconda elementare rispondesse in quel modo.

Ti sei mai trovato in una situazione in cui dovevi salvare la vita a qualcuno? Molti adulti devono essere stati in tali circostanze e aver aiutato le persone dopo aver saputo che erano nei guai. Tuttavia, non è comune che i bambini si trovino in tali contesti.



In una strana svolta degli eventi, il ragazzo nella storia di oggi ha visto un bambino più piccolo galleggiare sul fondo della piscina e ha subito capito che doveva salvarsi la vita. Senza pensarci due volte, il ragazzino ha fatto qualcosa di inaspettato che ha attirato i media per coprire la sua storia.

UNA GIORNATA IN PISCINA

Massiah Browne, un bambino di sette anni che viveva con sua madre e suo fratello nel loro complesso di appartamenti a Sacramento, in California, si stava divertendo in piscina con i suoi parenti quando qualcosa di strano attirò la sua attenzione.



Massiah ha detto di aver visto un ragazzo sconosciuto sul fondo della piscina, a sei piedi di profondità nell'acqua della piscina, con gli occhi e la bocca aperti. Confuso, Massiah raccontò al suo parente di nove anni, Savannah, del bambino prima di tuffarsi in piscina per salvarlo.

Per salvare il ragazzino, Massiah lo afferrò per le braccia e lo trascinò verso la superficie dell'acqua nuotando fino in cima. Da lì, Savannah ha trascinato il bambino di tre anni sul bordo della piscina, dove ha attirato l'attenzione di altre persone. Massia richiamato :

'Savannah lo ha portato da sua madre, e poi hanno fatto la rianimazione cardiopolmonare sul ragazzo, e poi hanno chiamato il dottore'.



IL BAMBINO angosciato

Nel frattempo, i parenti hanno raccontato alla madre di Massiah, Tiara Delvalle, che suo figlio aveva salvato un bambino in piscina. Si precipitò dal suo appartamento a bordo piscina per vedere suo figlio e il ragazzo che aveva salvato.

Dopo che le persone hanno chiamato i servizi di emergenza, una squadra di primi soccorritori dei vigili del fuoco di Sacramento è arrivata al complesso di appartamenti, dove hanno visto persone che eseguivano la RCP sul bambino di 3 anni. I funzionari hanno confermato che il bambino respirava quando lo hanno visto per la prima volta ed è stato trasportato in un vicino ospedale in 'condizioni critiche'.

'Sono molto grato che sia stato così coraggioso da fare qualcosa di così eroico', Delvalle disse . Si sentiva orgogliosa del suo bambino per aver salvato un bambino da solo.

L'ABILITÀ SALVAVITA

Delvalle era in contatto con la madre del ragazzo, che Massiah ha scoperto sul fondo della piscina. Aveva detto alla notizia che il bambino stava bene e disse non era niente di meno che un 'miracolo'.

Massiah aveva imparato a nuotare quando era un bambino. La sua abilità lo ha aiutato a salvare la vita di un altro bambino, il che ha reso suo padre, Marcus Browne, orgoglioso di lui. Marcus era un pugile olimpico che ha gareggiato nel 2012 mentre rappresentava gli Stati Uniti. Lui disse :

'È semplicemente pazzesco che abbia sette anni a fare cose del genere'.

LA PRINCIPALE CAUSA DI MORTE

Sebbene Marcus sapesse che Massiah nuotava come un 'pesce', si sentiva ancora scioccato dopo aver scoperto che suo figlio aveva salvato la vita di un altro bambino. Durante un'intervista, ha detto che Massiah era un 'bravo ragazzo'.

La zia di Massiah e Savannah, presente anche lei vicino alla piscina, disse il bambino 'non veniva su' e che era sdraiato a faccia in giù nell'acqua e non si muoveva. Ha assistito a come i bambini hanno contribuito a salvare la vita del bambino.

Secondo le statistiche, l'annegamento è il causa primaria di morte per i bambini fino a 4 anni negli Stati Uniti. Per i bambini più grandi fino a 14 anni, l'annegamento è la seconda causa più comune di decessi.

CONSIGLI PER I GENITORI

Poiché l'annegamento è il motivo per cui così tanti genitori perdono i propri figli, dovrebbero prendere le precauzioni necessarie mentre mandano i propri figli vicino a piscine e vasche da bagno.

Il primo consiglio per i genitori è di non far mai entrare i propri figli in una piscina o in una vasca da bagno senza la supervisione di un adulto. I bambini dovrebbero sempre avere un adulto con loro perché gli incidenti possono verificarsi in qualsiasi momento. Il bambino potrebbe scivolare nella piscina o nella vasca da bagno, il che potrebbe far prendere una piega diversa.

In secondo luogo, i genitori possono installare una recinzione intorno alla loro piscina per isolarla dal resto della loro casa. In questo modo, i loro bambini non potranno accedervi, il che diminuisce la possibilità di incidenti. Per stare al sicuro, gli adulti dovrebbero assicurarsi che secchi e vasche da bagno siano sempre vuoti in modo che i loro bambini non vi cadano accidentalmente quando sono pieni.

Hai qualche consiglio per i genitori? Come possono proteggere i loro figli da tali incidenti? Pensi che sia essenziale che i bambini imparino a nuotare in giovane età come ha fatto Massiah?

La storia di oggi ci insegna che a volte i bambini possono essere eroi altruisti dai quali gli adulti possono imparare. Quando nessuno si aspettava che il piccolo Massiah compisse un atto così coraggioso, ha sorpreso tutti portando il ragazzo fuori pericolo.

Clic qui per leggere un'altra storia di un ragazzo altruista che chiese a sua madre di fermare l'auto per poter aiutare un'anziana signora a salire le scale.